Regione Lombardia

Ecomuseo delle Bonifiche

Piazza Libertà, 7 (sede istituzionale)
Piazza Matteotti, 2 (sede legale)

La peculiarità geografica di Moglia consiste nel trovarsi alla confluenza di molti canali di bonifica gravitanti intorno al fiume Secchia. I manufatti idraulici di grande pregio architettonico, i corsi d’acqua, gli argini, testimoniano la lunga storia di una terra strappata alle acque dal lavoro di generazioni.
L’Ecomuseo delle Bonifiche, comprendente l’intero territorio comunale, è dotato di : 14 km. di piste ciclopedonali, che si sviluppano sugli argini dei canali di bonifica e del  fiume Secchia; quattro aree di sosta e di orientamento; pannelli didattici che illustrano gli aspetti naturalistici, paesaggistici, storici, idraulici, architettonici del territorio mogliese; un centro di documentazione  nella sede di Piazza Libertà per conservare la storia delle bonifiche e del territorio mogliese; un’area attrezzata per la sosta di camper nel piazzale del Centro sportivo Comunale.
E’ in corso un imponente lavoro di ristrutturazione del Chiavicone di Bondanello, il manufatto idraulico più antico del nostro territorio(sec. XVI), in cui sarà realizzato anche un laboratorio didattico, funzionale all’attività ecomuseale.

L’Amministrazione Comunale gestisce direttamene l’Ecomuseo. Ha però affidato, tramite apposita convenzione, alcuni servizi alla locale Associazione di volontariato culturale “Dante Alighieri” (apertura, chiusura, pulizie locali Centro di documentazione; guida alle visite; supporto logistico in occasione di eventi particolari)